Cicatrici

Jul. 28th, 2013 11:44 pm
lontano_lontano: (macchina di scrivere)
[personal profile] lontano_lontano
Titolo: Cicatrici.
Fandom: Axis Powers Hetalia
Personaggi: Feliks, Toris
Rating: verde
Conteggio parole: 861 (fdp)
Genere: hurt/comfort (circa)
Avvertenze: nessuna
Riassunto: Feliks e Toris sono in spiaggia, ma quest'ultimo, nonostante l'entusiasmo dell'amico, non ha nessuna voglia di tuffarsi in acqua.
Note: scritta per il COW-T 3.5 @ [livejournal.com profile] maridichallenge, squadra Maghi, Missione 1, prompt: ritorno. Also, postare poco prima della mezzanotte è il male.


Era pomeriggio inoltrato, ma il sole ancora bruciava basso nel cielo ma impietoso nel suo riverbero sulla sabbia e sull'acqua del mare.
La spiaggia era ancora relativamente affollata, con tanto di bambini urlanti e genitori che li inseguivano o li costringevano a bagnarsi in mezzo alla schiuma delle onde.

Feliks e Toris fecero la loro entrata in scena armati di cappelli di paglia e borse di plastica colorate. Il biondo era, naturalmente, molto entusiasta; il suo amico bruno, invece, lo era un po' meno. Infatti, una volta raggiunta la salvifica frescura dell'ombrellone, non sembrava affatto disposto ad abbandonarla.
"Daiiii Toris, andiamo a fare il bagno!"
Il bruno si nascoste dietro al libro che stava leggendo. 
"...non si può fare il bagno dopo mangiato, rovina la digestione."
Feliks sbuffò. "ma abbiamo mangiato, tipo, cinque ore fa!"
Toris evitò di guardarlo. " ho la digestione lenta." Si scusò.
"Come sei noiooooso!" Si lamentò Feliks. Sperando di dargli il buon esempio, si tolse la camottiera, rimanendo solo in costume da bagno,  e si mise a saltellare sulla sabbia ancora calda per 
Siccome però in questo modo non sembrava ottenere niente, decise di passare alle vie di fatto. Afferrò la camicia a maniche corte dell'amico e tirò. "Dai, togliti questa cosa e andiamo a in acqua! Cioè, fa un caldo assurdo!"
L'altro si dimenò. "Lasciamo andare, feliks! Non voglio!"
Il tira e molla andò avanti ancora per qualche momento, con un Feliks avvinghiato ed un Toris che tentava invano di toglierselo di dosso.
Certo che, pensava Feliks, il suo amico era proprio un testone! Quante storie per togliersi una maglietta e andare a rinfrescarsi un po' in acqua... Cioè, non era mica normale!
Po,i improvvisamente, le difese dell'altro cedettero per un momento. Dal colletto ora abbassato della camicia di Toris apparvero improvvisamente le cicatrici: erano solo i bordi di quello che, Feliks lo ricordava, era un reticolato di vecchie ferite che copriva la schiena del suo amico.
Feliks indugiò per qualche istante e Toris ne approfittò per liberarsi.
"Dai, Feliks, se non ne ho voglia non ne ho voglia!" Fece alla fine, vagamente risentito, sistemandosi i vestiti. L'altro non disse niente.
Non gli era venuto in mente che potessero essere proprio quelle cicatrici la causa del riserbo di Toris. Quei segni, indelebili ricordi di un passato di crudeltà, erano qualcosa che l'amico non menzionava mai. Forse per tentare di dimenticarli, o forse a causa del suo usuale riserbo: Toris, sempre così tranquillo e pacato... Era difficile immaginare quelle cicatrici, sulla sua pelle e nel suo spirito. Del resto, era egli stesso a fare in modo che non si vedessero. Anche adesso, avrebbe preferito soffrire la calura del pomeriggio estivo piuttosto che spogliarsi e lasciare che tutta la spiaggia le notasse 
"Ti sei arrabbiato, adesso?" Fece dopo un po' il lituano, visto che l'amico non rispondeva. Feliks si riscosse, rendendosi conto di essere rimasto a rimuginare sulla condizione dell'amico.
Immediatamente, mise su un finto broncio, incrociando le braccia sul petto.
"Certo, tipo!"
Toris lo guardò costernato. "Posso venire con te fino all'acqua, se vuoi." Si offrì, volenteroso. Ma Feliks scosse la testa.
"Non c'è nessun divertimento, tipo, a far il bagno da solo!" Rispose, piccato, sedendosi sul suo asciugamano e fissando il mare.
Toris sospirò. Dopo un po', visto che Feliks non accennava a togliere il broncio, decise di tornare al suo libro.

Il resto del pomeriggio passò in un'afosa tranquillità, interrotta soltanto dal bofonchiare di Feliks che pensava tra sé e sé mentre risolveva dei cruciverba.
Ad un tratto, però, si alzò in piedi. “Io torno a casa.” annunciò, rimettendo le sue cose nella sgargiante borsa rosa.
Toris si alzò a sua volta, un po' allarmato.
“Eh?”
“Perché tipo, è una noia qui se non possiamo fare il bagno.” rispose l'altro, mettendosi la borsa in spiaggia ed avviandosi lungo la passerella.
Toris si affrettò a mettere via anche le sue cose ed a raggiungere l'amico. L'improvvisa decisione di tornare a casa poteva significare una cosa sola.
“Ma sei arrabbiato, Feliks?” gli chiese, affiancandoglisi.
L'altro tornò a fare il broncio. “Un po' sì, tipo.” fu la risposta.
Toris si ravviò i capelli, imbarazzato.
“Mi dispiace per la storia del bagno... però dai, domani possiamo tornare in spiaggia e portarci, non so, delle palette e dei secchieli, possiamo fare dei pony di sabbia o cose del genere, che ne dici? Sennò, possiamo andare al lunapark sul lungo mare. Dev'essere carino, con tutte le giostre...”
Ma Feliks lo stava guardando male.
“Non sono arrabbiato perché non hai voluto fare il bagno.” precisò, puntandogli contro l'indice “E' che, cioè, potresti anche premurarti di spiegarmi le ragioni di quello che non vuoi fare, tipo.”
Toris, per un momento, non seppe che rispondergli. Ma lo sguardo di Feliks era sempre accusatore; anzi, dopo qualche istante, tornò ad avviarsi lungo la passerella, anche più spedito di prima.
L'altro, dopo un attimo di sbigottimento, si affrettò a raggiungerlo. Siccome non sapeva bene cosa dire, si limitò a prenderlo per mano. Un secondo dopo, Feliks ricambiò la stretta, e per un bel po' nessuno dei due disse nulla. Entrambi avevano capito che l'altro aveva capito, ed andava bene così.

“Sei sicuro di non voler tornare in spiaggia, domani?” azzardò Toris, alla fine.
Feliks sembrò pensarci su.
“Avevi detto, tipo, pony di sabbia, giusto?” fece, un sorrisetto sulle labbra.
Toris annuì, sorridendo sollevato a sua volta.
“Allora, cioè, dobbiamo tornarci assolutamente!”
From:
Anonymous( )Anonymous This account has disabled anonymous posting.
OpenID( )OpenID You can comment on this post while signed in with an account from many other sites, once you have confirmed your email address. Sign in using OpenID.
User
Account name:
Password:
If you don't have an account you can create one now.
Subject:
HTML doesn't work in the subject.

Message:

 
Notice: This account is set to log the IP addresses of everyone who comments.
Links will be displayed as unclickable URLs to help prevent spam.

Profile

lontano_lontano: (Default)
lontano_lontano

November 2013

S M T W T F S
     12
3456789
10111213 141516
17181920212223
24252627 282930

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Sep. 24th, 2017 08:22 am
Powered by Dreamwidth Studios